Close

Filtro

Filtri attivi:
    Produttore
    Colori
    Tipo Di Prodotto

    Boxe / Pugilato Ci sono 9 prodotti.

    Cos’è il pugilato?

    Gli sport da combattimento sono molto apprezzati. A lungo evitati a causa delle conseguenze che spaventavano i più timorosi, questi sport tornano alla ribalta con numerose promesse. Abilità, agilità, perdita di peso… la lista è piena. Tra questi sport, il pugilato ha un posto di primo piano. Cos’è il pugilato? Come si pratica? Quali sono le regole? Tante domande alle quali risponderemo in seguito a questo articolo.

    Storia del pugilato

    Il pugilato o “nobile arte” è uno sport da combattimento che oppone due protagonisti in un ring. I due avversari devono essere dello stesso sesso e far parte della stessa categoria di peso. Le origini di questo sport da combattimento risalgono all’Antichità, come lo certificano delle incisioni risalenti a quel periodo. Il pugilato, come lo conosciamo oggi, si ispira al pugilato greco. Nel ‘700, le prime regole sono state codificate dai suoi seguaci, tra i quali troviamo:

    James Figg, il primo grande campione di boxe (a mani nude);

    Jack Broughton, allievo del primo, avviò la codificazione di questo sport dopo la morte accidentale del suo avversario, e questo dopo più di 400 combattimenti vinti;

    John Graham Chambers, Marchese di Queensberry, che impose l’uso dei guanti di protezione durante i combattimenti, e tolse dalle regole il “combattimento fino all’abbandonoche vietò anche di colpire, di riflesso, un avversario per terra.

    L’agilità passò al primo piano, riducendo il dominio della forza durante i combattimenti.

    Le regole del pugilato

    Esistono 18 categorie professionali: 17 per gli uomini e 4 per le donne nel professionismo, e 10 per gli uomini e 3 per le donne a livello dilettantistico. Una tuta da pugile è obbligatoria e contiene: guanti da boxe, i pantaloncini, le scarpe da pugile, il paradenti, la conchiglia. In alcuni casi, la disciplina richiede l’uso di un casco da boxe. Dipende tutto dall’età, dalla gara oppure dal livello di pratica.

    La regola principale del pugilato è quella di mettere KO l’avversario per dieci secondi; quest’ultimo deve essere incapace di combattere. Ogni combattimento è distribuito in round di tre minuti ciascuno. Sono utilizzati soltanto i pugni in questo sport, a differenza della boxe francese o thai. Il numero di round dipende anche dal livello o dal tipo di combattimento. In assenza di KO, il pugile che ha fatto più punti è il vincitore. Un arbitro veglia sul pieno rispetto delle regole.

    Le tecniche del pugilato

    Come tutti gli sport da combattimento, nel pugilato ci sono tecniche che devi conoscere se hai intenzione di mettere KO il tuo avversario:

    •          Le tecniche di attacco: il diretto, il gancio, il montante, l’overhand, il cross-counter, il bolo-punch, il semi-gancio, il semi-montante.
    •          Le tecniche di difesa: l’atteggiamento (difesa, contrattacco, attacco), la guardia (profilo, tre quarti frontale, crouch, bassa, alta).

    Tuttavia, non possiamo finire questo articolo senza evocare le leggende del pugilato, ossia: Muhammad Ali, Julio César Chavez, Mike Tyson

    Showing 1 - 9 of 9 items
    Showing 1 - 9 of 9 items
    Close